You are hereNotizie

Notizie


Aggiornamento Anagrafiche e Certificazione dei Crediti ECM per la nostra categoria. Intervento del Presidente Nazionale della Confederazione .

Il Presidente Nazionale, Fernando Capuano, ha scritto una missiva al Presidente del Co.Ge.A.P.S. dott. Sergio Bovenga, confermando l'impegno della Confederazione, quale unica espressione associativa riconosciuta e legittimata, a procedere con l'aggiornamento informatico on -line sul portale www.conftecnici.eu delle anagrafiche dei professionisti e alla contestuale certificazione dei crediti formativi ECM , come da recente accordo Stato-Regioni in materia di formazione continua in medicina.
Per tale motivi si invitano Tutte le colleghe e colleghi a perfezionare le procedure di registrazione all'Albo Unico Nazionale della Professione al link:  Inserimento Dati nell'Albo Nazionale Unico su base Volontaria

Grazie a tutti i colleghi....

....per aver messo a disposizione la loro professionalità e il loro tempo libero a favore dei cittadini.

Il 21-22 e 29 aprile 2012 si è svolta la giornata di Prevenzione del Diabete, Obesità e Ipertensione Arteriosa organizzata dal Rotary International in collaborazione con vari partnership tra i quali la Confederazione A.N.Te.L.-Assiatel-AITIC.

In numerose piazze di Roma e Provincia, sono state allestite tende da campo della CRI adibite ad ambulatorio-laboratorio dove i cittadini sono stati accolti da Medici, Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico e Infermieri professionali per uno screening gratuito.

Sono stati raccolti dati per il calcolo dell’indice corporeo, effettuate visite cardiologiche, oculistiche ed è stato effettuato un test rapido per la determinazione della glicemia (n. 1950 test).

In rete su Youtube il filmato della Presentazione dell'Albo Unico Nazionale dei Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico.

Un momento storico per la professione da condividere con Tutti i colleghi che ci hanno dato la forza e il coraggio delle azioni per il bene comune.

www.youtube.com/channel/UCfnW10IdYpMU2WKXh6HYajw#g/u

 

Presentazione dell'Albo Nazionale: Panorama della Sanità dedica un articolo nel numero di aprile 2012.

Continuano gli effetti positivi che sono scaturiti dalla Presentazione dell'Albo digitale della nostra professione presso la Camera dei Deputati lo scorso 15 marzo.
Il settimanale nazionale di informazione e documentazione sanitaria " Panorama della sanità " ha dedicato il primo articolo in tribuna, pagina 4 al nostro evento. ( leggi articolo ).
Il Presidente Nazionale, Fernando Capuano, ha scritto una nota a Tutti i senatori e parlamentari presenti all'evento per la promozione di un Ordine del Giorno all'Assemblea del Senato per la ricalendarizzazione della discussione in Aula del DDL 1142.

Fabbisogno professioni sanitarie 2012 - 2013

Martedì 13 marzo 2012, alle ore 11,00, nella Sala Auditorium del Ministero della Salute,  si è svolto l’incontro tra il Ministero della Salute, le Regioni/P.A. e le professioni sanitarie finalizzato alla determinazione per l’anno 2012 , del fabbisogno delle stesse ai sensi dell’art. 6 ter del D.Lgs. 502 del 1992 e successive modificazioni e integrazioni.

L’incontro è stato presenziato dalla dr.ssa Miconi che al momento rappresenta il Dr. Leonardi, la dr.ssa Malgieri incaricata dell’esposizione tecnica sul fabbisogno a.a. 2012/2013 delle professioni sanitarie e la dr.ssa Manoni rappresentante delle Regioni.

La dr.ssa Malgieri ha fatto presente che il giorno dell’incontro non erano ancora pervenuti i dati del fabbisogno da parte della Regione Lazio;  quindi il totale nazionale è da intendersi non definitivo .

Per consentire un coerente confronto dei dati a livello nazionale, è stato ipotizzato per la Regione Lazio un fabbisogno invariato rispetto l’anno precedente.

Il Presidente Regionale A.N.Te.L. Lazio Monica Mei, il Vicepresidente Regionale A.N.Te.L. Lazio Fabbio Marcuccilli e il Consigliere Regionale A.N.Te.L. Lazio Umberto Rasulo,  designati dal Presidente della Confederazione, Fernando Capuano, hanno partecipato ai lavori.

Vedi tra gli allegati la presentazione del Ministero della Salute.

Presentazione Albo: le prime foto......dell'evento

Di seguito il link per visionare le prime foto dell'Albo

plus.google.com/107478844449611053833

MPORTANTE COMUNICATO STAMPA DEL 16 MARZO 2012 DEL PRESIDENTE CAPUANO

Estratto.....500.000 Professionisti della Sanità uniti contro la piaga dell’abusivismo per l’approvazione del DDL 1142 sull’istituzione degli Albi ed Ordini delle Professioni Sanitarie, i messaggi istituzionali del Capo dello Stato e del Ministro della Salute alla presentazione dell’Albo Nazionale dei Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico....Segue.....(tra gli allegati "Comunicato stampa del 16.03.2012 -Presentazione dell'Albo Nazionale TSLB")

MESSAGGIO ISTITUZIONALE DEL MINISTRO RENATO BALDUZZI

Estratto......L'iniziativa promossa dalla Confederazione Antel-Assiatel-Aitic di promuovere la costituzione di un Albo volontario e autogestito degli esercenti la professione di Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico è senz'altro apprezzabile poichè contribuisce alla valorizzazione di questo importante settore, a garanzia della qualità e sicurezza dei cittadini che usufruiscono delle prestazioni di laboratorio....Segue.....(tra gli allegati "Messaggio Istituzionale del Ministro Balduzzi alla Confederazione Antel-Assiatel-Aitic")

Presentato l'Albo dei tecnici sanitari di laboratorio biomedico. Ora in attesa di riconoscimento

Riunisce 500.000 professionisti della sanità che chiedono l'approvazione del Ddl 1142 sull' istituzione degli Albi ed Ordini delle professioni sanitarie. Anche a garanzia della qualità delle prestazioni erogate ai pazienti. Messaggio da Balduzzi: "Necessità condivisa".

 

20 MAR - Tecnici di Laboratorio Biomedico, Tecnici Sanitari di Radiologia Medica, Fisioterapisti, Ostetriche, Infermieri, Tecnici della Prevenzione, Tecnici di Neurofisiopatologia e della Perfusione cardiaca, Podologi ed altri un esercito di 500.000 operatori della sanità riuniti in un' unica Assise per richiedere a gran voce il riconoscimento dei loro ordini professionali. L'obiettivo è quello di ottenere il riconoscimento dell'Albo Unico dei Tecnici Sanitari di Laboratorio previsto dal Ddl 1142, e degli altri al momento in fase di stallo presso il Senato. Un iter legislativo iniziato nel 2006, con l' approvazione di status giuridico per 22 professioni della sanità, e mai completato con l' istituzione dei relativi ordini professionali. Nonostante l' approvazione del Ddl sia appoggiata dalle forze politiche a livello bipartisan e soprattutto dalle associazioni dei pazienti.

"Il vuoto normativo lascia oggi spazio agli improvvisatori o ai millantatori- ha dichiarato Fernando Capuano, presidente della Confederazione Antel-Assiatel-Aitic - il tutto a scapito della salute del malato e con gravi ripercussioni sul bilancio della sanità pubblica alla quale il paziente si rivolge per rimediare ai danni subiti".

Della necessità di arrivare in tempi brevi all' approvazione del DDL per l' istituzione degli Ordini professionali si è parlato a Roma anche nel corso di un convegno svolto nei giorni scorsi. "Al momento siamo in attesa del placet da parte del Governo per riprendere il dibattito", ha affermato Laura Bianconi, componente della Commissione Igiene e Sanità del Senato e relatrice del Ddl. Secondo Bianconi " è indubbio che l' Europa vada contro gli ordini professionali e lo stesso Governo Monti sembra favorevole alle liberalizzazioni. Ma è altrettanto vero che in Europa il ragionamento è stato fatto in diversi campi, ma non certo in quello sanitario. Quando si parla di salute e di benessere dei cittadini, l' Ordine è una garanzia e una fondamentale barriera contro l'abusivismo".

Al convegno, tuttavia, è invece arrivato un messaggio da parte del ministro della Salute, Renato Balduzzi (leggi il testo integrale allegato), letto da Francesco Saverio Proia della Direzione Generale delle Professioni Sanitarie, che nell' apprezzare l' iniziativa promossa dalla Confederazione Antel-Assiatel-Aitic esprimeva, da parte del Governo, condivisione sulla necessità di affrontare la questione di omologare le 17 professioni sanitarie prive di Albo alle altre professioni. Balduzzi, quindi, rimarcava l' utilità dell' approvazione del DDL 1142 e la riforma dell' intero impianto anche per le altre professioni sanitarie già regolamentate, adeguandole alle sfide della società e delle istituzioni pubbliche contemporanee.

Intanto, proprio a garanzia della tutela della salute del paziente, la Confederazione ha in quest' ottica siglato un protocollo d' intesa con la Federazione Nazionale Diabete Giovanile mirato alla realizzazione di progetti di interesse comune nel settore della conoscenza, della prevenzione, della cura, dell' educazione sanitaria del diabete. "Per la persona con diabete è fondamentale la certificazione e la rintracciabilità del professionista sanitario per avere la garanzia dell' accuratezza e dell' efficacia delle prestazioni analitiche- ha sottolineato Antonio Cabras, presidente della Federazione.



vedi link: www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php

 

Presentazione Albo: storico messaggio del Presidente della Repubblica alla nostra Professione Sanitaria

Si allega il Messaggio augurale e di apprezzamento del Presidente della Repubblica per la cerimonia di presentazione dell'albo.

 

Convenzione a favore dei soci e familiari della Confederazione .

La Presidenza Nazionale ha stipulato una convenzione con il Gruppo Nazionale di ristorazione Rossopomodoro.

Ottimi i prezzi praticati solo ed esclusivamente ai soci della confederazione, in possesso di regolare tessera soci da esibire prima del pagamento o dichiarando di essere soci della Confederazione indicando Cognome e Nome. Sconti reali fino al 50%.

Sono accettati tutti i tipi di ticket e per la sede di Roma di Via dei Colli Portuensi 567, la promozione è valida anche per cena, previa prenotazione al tel. 06-65740188.

Criteri e modalità per il riconoscimento dell'equivalenza ai diplomi universitari dell'area sanitaria.

Nella GU n.181 del 18 agosto 2011, è stato pubblicato il Decreto del 26 luglio 2011 emanato dal Presidente del Consiglio dei Ministri che stabilisce “Criteri e modalità per il riconoscimento dell'equivalenza ai diplomi universitari dell'area sanitaria dei titoli del pregresso ordinamento, in attuazione dell'articolo 4, comma 2, della legge 26 febbraio 1999, n.42”. (vedi allegato)

NON DEVONO presentare la domanda i colleghi TSLB:

Che siano in possesso di laurea per tecnico sanitario di laboratorio biomedico, afferente alla classe n. 3 delle lauree universitarie delle professioni sanitarie individuate con d.m. 2 aprile 2001 – professioni sanitarie tecniche; il titolo abilita all'esercizio professionale, anche se la formazione del tecnico sanitario può proseguire con la laurea specialistica (classe 3 del d.m. 2 aprile 2001 sulle lauree sanitarie specialistiche – scienze delle professioni sanitarie tecniche), i Master universitari (di primo e secondo livello), il dottorato di ricerca;

Che siano in possesso di diploma universitario di tecnico sanitario di laboratorio biomedico o dei titoli equipollenti di:

-          tecnico di laboratorio biomedico (D.P.R. 10 marzo 1982, n. 162);

-          tecnico di laboratorio biomedico (legge 11 novembre 1990, n. 341);

-          tecnico di laboratorio (D.P.R. 10 marzo 1982, n. 162);

-          tecnico di laboratorio medico (decreto 30 gennaio 1982, art. 81, del Ministro della sanità);

-          tecnico di laboratorio medico (D.P.R. 27 marzo 1969, n. 130, art. 132, purché i relativi corsi siano iniziati in data antecedente a quella di entrata in vigore del decreto 30 gennaio 1982 del Ministro della sanità).

Ulteriori equipollenze potranno essere stabilite, in sede regionale, in attuazione dell’accordo Stato – Regioni del 16 dicembre 2004, recante criteri e modalità per il riconoscimento dell’equivalenza ai diplomi universitari dell’area sanitaria dei titoli del pregresso ordinamento, in attuazione dell’art. 4, comma 2, della legge 26 febbraio 1999, n. 42.

DEVONO presentare la domanda di riconoscimento i colleghi TSLB:

Che sono in possesso di titoli conseguiti entro il 17 marzo 1999 e l'inizio del relativo corso di formazione deve essere iniziato entro il 31 dicembre 1995, suddetto titolo deve aver consentito l'esercizio professionale in conformità all'ordinamento allora vigente e che ancora NON hanno avuto riconoscimenti istituzionali. Inoltre i relativi corsi di formazione devono essere stati regolarmente autorizzati dalla Regione specifica o da altri Enti che, in base alla normativa vigente all’epoca, erano preposti istituzionalmente o all’espletamento dei corsi di formazione/qualifica/abilitazione o al rilascio delle autorizzazioni a corsi, che poi possono essere stati svolti e/o gestiti anche da Enti privati.
Viene richiesta inoltre la documentazione relativa alla esperienza lavorativa effettuata e, alla durata del corso di cui viene presentata domanda di equivalenza ed inoltre il computo sia delle ore teoriche che pratiche per raggiungere il limite minimo di 750 h complessive annue, poiché ad ogni parametro, in relazione al suo valore, verrà attribuito un punteggio in base a delle tabelle prestabilite.

 La procedura di riconoscimento dei titoli è stata avviata da alcune Regioni vedi i link

Regione Valle D' Aosta www.regione.vda.it/sanita/evidenze/riconoscimento_diplomi_i.aspx

Regione Piemonte www.regione.piemonte.it/sanita/cms/bandi-e-avvisi/1183-professioni-tecnico-sanitarie-avviso-pubblico-per-la-presentazione-delle-domande-di-riconoscimento-dellequivalenza-dei-titoli-del-pregresso-ordinamento-ai-titoli-universitari-dellarea-sanitaria.html

Regione Lombardia www.sanita.regione.lombardia.it/cs/Satellite

Provincia autonoma di Bolzano www.provincia.bz.it/sanita/personale-sanitario/professioni.asp

Provincia autonoma di Trento www.regione.taa.it/bu/2012/BO021204.pdf

Regione Friuli Venezia Giulia www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/MODULI/bandi_avvisi/BANDI/0728.html

Regione Veneto www.regione.veneto.it/Servizi+alla+Persona/Sanita/Formazione+del+personale+SSR/Equivalenza+diplomi+titoli.htm

Regione Liguria www.liguriainformasalute.it/lirgw/sanita/ep/blockContentView.do

Regione Emilia Romagna www.saluter.it/formazione/riconoscimento-titoli-del-pregresso-ordinamento-agli-attuali-diplomi-universitari

Regione Toscana www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/minisiti/sst/procedure/bandi_modulistica/visualizza_asset.html_1981944211.html

Regione Sardegna www.regione.sardegna.it/j/v/25

Regione Umbria www.sanita.regione.umbria.it/Mediacenter/FE/articoli/riconoscimento-equivalenza-ai-diplomi-universitari.html

Regione Abruzzo www.regione.abruzzo.it/portale/index.asp

Regione Molise www3.regione.molise.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5016

Regione Campania www.regione.campania.it/portal/media-type/html/user/anon/page/HOME_DettaglioRegioneInforma.psml

Regione Basilicata www.regione.basilicata.it/giunta/site/giunta/department.jsp

Regione Calabria www.regione.calabria.it/sanita/index.php

Siamo in attesa per la Regione Sicilia

Per ulteriori informazioni potrete rivolgervi ai Presidenti Regionali della Confederazione.