You are here[Presidente] Lettera Aperta a Tutti i Soci di Ringraziamento e di Chiarificazione in Merito alle Elezioni Nazionali del 27 e del 28 ottobre

[Presidente] Lettera Aperta a Tutti i Soci di Ringraziamento e di Chiarificazione in Merito alle Elezioni Nazionali del 27 e del 28 ottobre


By redattore - Posted on 06 novembre 2017

LETTERA APERTA A TUTTI I SOCI DI RINGRAZIAMENTO E DI CHIARIFICAZIONE IN
MERITO ALLE ELEZIONI NAZIONALI DEL 27 E DEL 28 OTTOBRE

Cari colleghi, la presente per comunicarvi che si è regolarmente insediato il Direttivo
dell’associazione ed è quindi un piacere ringraziarvi per la fiducia riconosciuta alla scrivente e a
tutti i soci eletti in occasione dell’Assemblea Nazionale del 27 e del 28 Ottobre.
Le vicende, però, che hanno caratterizzato le cennate giornate elettive, sommariamente riportate
nei relativi verbali necessitano, contestualmente alla loro divulgazione sul sito ufficiale associativo,
di una chiarificazione al fine di evitare possibili strumentalizzazioni volte a delegittimare
ingiustamente la nomina dei candidati.
Come credo sappiate tutti, grazie alle comunicazioni e ai messaggi circolanti sui social, l’elezione
nazionale si è celebrata con lista unica, come del resto accaduto nelle precedenti assemblee, il
tutto a cagione del provvedimento adottato dal Presidente uscente ed avente ad oggetto la
incandidabilità del Dott. Signoretti.
All’apertura del consesso elettivo, le operazioni di voto hanno subito un forte ritardo a causa delle
questioni sollevate da alcuni soci circa la legittimità del suddetto provvedimento di esclusione.
Questioni, quelle cennate che, in quanto già affrontate nei giorni precedenti, forse sono state
sostenute con eccessiva animosità da parte di chi le condivideva ed a scapito di coloro tra i delegati
che avrebbero solamente voluto esprimere il proprio voto e che, per l’eccessiva dilatazione dei
tempi del dibattito, purtroppo non lo hanno potuto fare.
Ogni ricorso e contestazione, comunque, è stata deferita, come prevedeva il Regolamento
Elettorale, al Comitato Elettorale, composto, nell’occasione e nonostante la presenza di una sola
lista, anche da soci non riconducibili alla scrivente candidata, il tutto al solo fine di garantire la
pluralità e l’imparzialità dell’organo medesimo, vista la crucialità delle problematiche che era
chiamato a risolvere.

La riferita autorità, come potrà leggersi nel relativo verbale, ha ritenuto di non poter decidere, allo
stato, sulla richiesta di sospensione della lista Cabrini e sulla revoca del provvedimento di
incandidabilità del Dott. Signoretti, dovendo rigettare, per l’effetto, entrambe le istanze e
consentendo, con grande spirito di responsabilità, l’avvio delle operazioni elettorali.
È abbastanza evidente, però, per quanto può dedursi dal verbale già cennato, che la mancanza di
documentazione denunciata dai componenti del Comitato, non poteva addebitarsi esclusivamente
al Presidente uscente ma, parimenti, incombeva anche su chi aveva formalizzato le contestazioni e
avrebbe dovuto corroborarle con ogni mezzo idoneo.
Non voglio e non ritengo opportuno addentrarmi nel merito delle questioni inerenti l’esclusione
del mio avversario elettorale, pur riconoscendo l’esistenza di criticità da dipanare riguardo la
posizione lavorativa del Dott. Signoretti, tali da giustificare, potenzialmente, un provvedimento così
forte come quello assunto dal mio predecessore. Altre però, a mio parere, sono le sedi competenti
a conoscere approfonditamente della vicenda ed è giusto che il Collega possa rivendicare i propri
diritti in ogni ambito e con tutti i mezzi che ritiene più congrui.
È indubbio però che, pur riconoscendo un peso e voce a coloro che si ritengono lesi dal
provvedimento di esclusione, è giusto contestualmente dare rilevanza e rispettare anche quella
maggioranza dei soci rappresentati dai delegati, che il diritto di voto, con responsabilità ed in
ossequio al mandato ricevuto dagli elettori, lo ha espresso e lo ha fatto a favore della scrivente e
della sua lista.
Non accetto che alcuni possano contestare l’odierno direttivo, in quanto la sua legittimità è
conseguente a quanto è stato stabilito dal Comitato Elettorale, ed ha ricevuto l’apprezzamento dei
soci essendo stato emanazione di un processo elettorale il quale, fino a prova contraria, pur se
travagliato e discutibile, deve ritenersi a tutti gli effetti legittimo.
Mi sento e sono l’attuale Presidente dell’associazione ed in ragione di ciò mi metto completamente
a disposizione dell’A.N.Te.L. e di tutti i suoi soci, e come Presidente rappresenterò tutte le istanze
che giungeranno.
Usciamo sicuramente danneggiati nello spirito dalle ultime elezioni ma non negli intenti e nelle
finalità che, ora più di prima, intendo, con la collaborazione del direttivo e di tutti gli associati
disponibili, perseguire con abnegazione ed impegno, visti anche gli importanti appuntamenti che
attendono l’associazione nel prossimo futuro e l’ormai imminente approvazione del tanto agoniato
DDL sull’Ordine Professionale unico delle professioni sanitarie.
Continuare a recriminare, non può che produrre altro effetto se non lo svilimento degli intenti
associativi con danni ancor più consistenti di quelli che da parte di alcuni si continuano a
denunciare.
Un ultimo pensiero e ringraziamento deve essere rivolto a Fernando Capuano che con spirito di
servizio per due mandati ha sviluppato A.N.T.e.L , la visione Confederale, istituzionale e di rete con
le altre Professioni Sanitarie e le Società Scientifiche.
Vi saluto tutti, quindi, garantendo la mia disponibilità ad ogni socio per recuperare la compattezza
e l’unità che, in questo momento, è indispensabile per garantire all’associazione una posizione di
spicco nel panorama sanitario nazionale.


Cordialmente
Il Presidente ANTeL Nazionale
D.ssa Alessia Cabrini

AllegatoDimensione
LetteraApertaAiSociANTeL.pdf42.24 KB
Tag