You are hereCostituzione Associazione Scientifica per la Sanità Digitale

Costituzione Associazione Scientifica per la Sanità Digitale


By redattore - Posted on 13 marzo 2017

 Comunicato stampa

Costituita l'Associazione Scientifica per la Sanità Digitale Italiana 

tra i soci fondatori il Presidente Nazionale della Confederazione Antel-Assiatel-Aitic 

Roma, 13 Marzo 2017

Nasce l'“Associazione Scientifica per la Sanità Digitale”, in sigla “ASSD”, costituita - Soci Fondatori - da AITASIT - Associazione Italiana Tecnici Amministratori di Sistemi Informatici e Telemedicina, CID - Comitato Infermieri Dirigenti, CONAPS - Coordinamento Nazionale Associazioni Professioni Sanitarie, TSRM - Federazione Nazionale Collegi Professionali Tecnici Sanitari di Radiologia Medica, nonché il Dott. Fernando Capuano  e l’Ing. Gregorio Cosentino in proprio.

Con il termine Sanità Digitale si indica l’applicazione all’area medica e a quella della assistenza socio/sanitaria dell’Information and Communication Tecnology ICT.

La ASSD si configura come apartitica, apolitica e aconfessionale, non ha scopo di lucro e non può distribuire utili agli Enti/Soci fondatori.

Sono scopi dell’Associazione:

  • promuovere il costante aggiornamento dei Soci e quindi svolgere attività finalizzate ad adeguare le conoscenze professionali ed a migliorare le competenze e le abilità cliniche, tecniche e manageriali e i comportamenti dei Soci stessi al progresso scientifico e tecnologico, con l’obiettivo di garantire efficacia, appropriatezza, sicurezza ed efficienza alle prestazioni sanitarie erogate;

  • supportare i professionisti della salute nell’avvio e nel perfezionamento di percorsi di sanità digitale e di innovazione delle modalità di cura, approfondendo gli aspetti non soltanto tecnologici, ma anche di appropriatezza della cura, organizzativi, sociali e psicologici connessi all’utilizzo delle tecnologie ICT nei processi di cura, diagnosi, prevenzione e telemonitoraggio;

  • promuovere la cultura della sanità elettronica, con programmi di formazione specifici da attuarsi sia nell’ambito del corso di studi universitari e master universitari, sia all’interno della Educazione Continua in Medicina ECM, il processo attraverso il quale il professionista della salute si mantiene aggiornato per rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze del Servizio Sanitario e al proprio sviluppo professionale;

  • promuovere lo sviluppo di una cultura della misura, secondo l’approccio HTA Health Technology Assessment.

Nello svolgere le sue attività, l’Associazione, per il raggiungimento dei suoi fini sociali, intende:

  • sostenere la formazione professionale di elevata qualità organizzando convegni, conferenze, simposi, corsi di aggiornamento, corsi formativi, autonomamente o in collaborazione con altre Associazioni, Società Scientifiche, Istituzioni, Enti Ospedalieri, Università, ecc.;

  • sostenere la formazione professionale di elevata qualità organizzando, proponendo ed erogando attività formative riconosciute con programmi annuali per l’ottenimento dei crediti formativi “ECM”; le attività ECM saranno finanziate attraverso l’autofinanziamento e i contributi dei Soci e/o enti pubblici e privati, ivi compresi contributi delle industrie farmaceutiche e di dispositivi medici, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalla Commissione nazionale per la formazione continua;

  • sviluppare l’Osservatorio sulle Competenze Digitali in Sanità, coinvolgendo Associazioni mediche di settore, professionisti della Sanità, ordini professionali, Università e istituzioni interessate al tema;

  • elaborare, proporre e sostenere atti d’indirizzo nazionali (Conferenza Permanente Stato Regioni, Ministero della Salute, MIUR) vincolanti e verificabili sui progetti formativi dedicati al personale socio-sanitario, che devono interessare anche l’obbligo formativo ECM e che nel dossier formativo del professionista della salute deve prevedere una parte obbligatoria relativa alla sanità digitale;

  • operare per introdurre nella valutazione della performance delle Direzioni Generali l’indicatore del grado di digitalizzazione delle strutture ospedaliere, universitarie e di ricerca e il grado di soddisfazione e di miglioramento della fruizione delle prestazioni socio-sanitarie che il cittadino-utente ha percepito con gli strumenti e soluzioni e-health adottate;

  • favorire gli scambi e l’integrazione culturali con altre Associazioni ed Enti nazionali e internazionali che perseguano analoghi scopi;

  • svolgere attività di collaborazione con il Ministero della Salute, le Regioni e le istituzioni sanitarie pubbliche per la elaborazione, diffusione e adozione delle linee guida e dei relativi percorsi diagnostici-terapeutici e la promozione dell’innovazione e della qualità dell’assistenza;

  • attingere ai finanziamenti europei in collaborazione con Istituzioni pubbliche o private Nazionali e/o Regionali e/o Europee.

 

Su proposta dei Soci Fondatori, fanno parte del Direttivo dell'Associazione i dottori Iuri Dotta, Bruno Cavaliere, Antonio Bortone, Alessandro Beux, Fernando Capuano e l'ingegnere Gregorio Cosentino. Su proposta del Direttivo, assume l'incarico di Presidente l'ing.Gregorio Cosentino.

Tag