You are hereXI^ Edizione del Forum Risk Management in Sanità Firenze - Fortezza da Basso 29 novembre 2 dicembre 2016 primo annuncio

XI^ Edizione del Forum Risk Management in Sanità Firenze - Fortezza da Basso 29 novembre 2 dicembre 2016 primo annuncio


By dgfabiola - Posted on 28 luglio 2016

Lavorare insieme per una nuova sanità: questo è lo slogan dell'undicesima edizione del Forum sulla gestione del rischio clinico in sanità patrocinato e sostenuto dalla Confederazione Nazionale dei TSLB Antel-Assiatel-Aitic e dalla Società Scientifica Telesa (http://www.forumriskmanagement.it/index.php/convegni/promotori ).

Il Comitato organizzatore e scientifico del Forum ci ha richiesto l'organizzazione di due eventi scientifici interdisciplinari ecm sulla responsabilità professionale alla luce del nuovo DDL in approvazione al Senato e sui PDTA e reti cliniche.

Le iscrizioni alle giornate e ai Convegni Nazionali possono essere effettuate al seguente link: http://www.forumriskmanagement.it/index.php/iscrizioni/iscrizioni-online-STANDARD

Razionale del Forum

Il Forum si offre come occasione di sintesi di idee, proposte e buone pratiche, per rendere il sistema sanitario più capace di rispondere ai bisogni di cura e di assistenza dei cittadini in ogni Regione d’Italia. Il Forum vuole anche contribuire a definire un orizzonte di innovazione e di riforma del sistema nel rispetto della sostenibilità economica

A questi fini il Forum si concentrerà su 3 grandi filoni di tematiche, per rendere più semplice a tutti i partecipanti seguire e dare il proprio contributo agli argomenti di maggior interesse.

Primo Filone

Nuovi bisogni di salute - Equità di accesso - Universalismo - Sostenibilità.

Secondo Filone

Le innovazioni oggi necessarie e possibili - Rinascimento scientifico e tecnologico.

Terzo Filone

Un patto tra tutti gli stakeholders per rendere il SSN più efficiente ed efficace.

Primo Filone.

Nuovi bisogni di salute - Equità di accesso - Universalismo e Sostenibilità.

Il Sistema Sanitario Nazionale ha subito in questi anni pesanti tagli fino alla soglia della sostenibilità. Occorre continuare l’impegno in ogni realtà per aumentare l’efficienza e tagliare gli sprechi, reinvestendo però tutti i risparmi possibili nella innovazione di reti organizzative, cliniche e tecnologiche e per rendere più semplice ed uniforme l’accesso ai servizi sanitari per i cittadini. Sessioni:

Obiettivi di salute, di equità e coesione sociale e sostenibilità del sistema sanitario nazionale (benessere equo e sostenibile).

Nuovi LEA e finanziamento adeguato.

Riforma del Titolo V, nuove competenze tra Stato e Regioni: il nuovo ruolo degli enti centrali (Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Agenas, AIFA)

La prevenzione non è un costo:

Lo stato di applicazione del Piano Nazionale e dei Piani Regionali di prevenzione.

Prevenzione: diffondere gli screening in tutto il territorio nazionale.

Prevenzione: il ruolo dei vaccini.

Prevenzione: stili di vita e promozione della salute.

Programmazione e coordinamento tra spesa pubblica e spesa privata: il ruolo dei fondi e delle mutue integrative.

Sostenibilità e governo dell’innovazione tecnologica.

Secondo Filone

Le Innovazioni Necessarie e Possibili.

Ci sono molte azioni e buone pratiche da sviluppare e diffondere già oggi in tutto il sistema sanitario, anche in applicazione di provvedimenti varati dal Governo e dalle Regioni.

Innovazioni organizzative

Sessioni:

Decreto Ministeriale 70: lo stato della sua applicazione per migliorare sicurezza ed efficienza nella riorganizzazione degli ospedali e della loro struttura.

Decreto Ministeriale 70: la riorganizzazione dei Policlinici Universitari.

Sviluppo dei PDTA e delle Nuove Reti Cliniche Integrate. La sfida è quella della gestione ottimale della cronicità, che rappresenta più del 75% della spesa sanitaria. In coerenza con gli obiettivi del Piano Nazionale della Cronicità, l’applicazione e la diffusione dei PDTA per le diverse patologie è il modo per riorganizzare i percorsi ospedale – territorio a partire dalla riforma della medicina nel territorio (applicazione del Decreto Balduzzi). Nel Forum saranno analizzate le migliori esperienze di applicazione dei PDTA:

Malattie neurodegenerative (sclerosi multipla- alzheimer- parkinson);

Oncologia;

Percorso materno-infantile;

Diabete;

BPCO;

Scompenso;

Insufficienza renale cronica;

Gastroenterologia;

Dolore;

Farmacia dei servizi come presidio ospedaliero nel territorio. Ottimizzazione nella gestione dei servizi. E’ opportuno promuovere soluzioni di “appalti verdi” (risparmio energetico e riduzione emissioni CO2) e di innovazione nella “logistica” di beni e servizi e di facility. Sono da sperimentare soluzioni di compartecipazione ai risultati (es: riduzione delle infezioni) così come il coordinamento di programmi di Risk management tra aziende sanitarie ed imprese che gestiscono servizi in outsourcing al fine della sicurezza dei pazienti.

Innovazioni dei percorsi clinici. Lotta e controllo delle infezioni e della sepsi. Dalla medicina basata sulla evidenza alla medicina di precisione (personalizzata). Appropriatezza nei percorsi di diagnosi e cura.

III Assemblea Direttori Generali in partnership con FIASO e Federsanità

L’assemblea si concentrerà su:

Gestione delle innovazioni organizzative;

Governance delle nuove Aziende Sanitarie.

Innovazioni Tecnologiche Sessioni: Le nuove scoperte della ricerca e delle tecnologie da applicare alla sanità prefigurano un vero “Riconoscimento scientifico e tecnologico” e rendono indispensabile un ”governo della innovazione” capace di garantire equità di accesso e sostenibilità.

Sostenibilità e governo della innovazione.

Farmaco Una nuova governance delle politiche farmaceutiche (previsto un decreto del governo). Tecnologie biomediche Un progetto per innovare l’obsolescenza delle apparecchiature biomediche. Laboratori Rete: come promuovere qualità e sicurezza e la professionalità degli operatori. Tecnologie Informatiche Come usare dati e reti per interfacciare diagnostica- medicina di base- nuove reti cliniche ed organizzative. Come utilizzare Big e Smart Data a sostegno della governance. Come facilitare accesso dei cittadini ai servizi sanitari.

Telemedicina, telediagnostica e telemonitoraggio a distanza. Terzo Filone Alleanza tra sfera pubblica, business community e organizzazioni della società civile – Sussidiarietà verticale, orizzontale e circolare. Istituzioni Stato regioni: le nuove competenze alla luce della riforma del Titolo V: il ruolo riformato degli Enti Centrali (Ministero della Salute - ISS - AIFA - Agenas) Professioni Sanitarie Nuovi ruoli e valorizzazione professionale: sessioni promosse in partnership con i collegi e le associazioni di medici - infermieri - professioni tecniche e socio - sanitarie.
Responsabilità professionale ed obbligo di assicurazione per i professionisti (Legge Gelli). Lotta alla medicina difensiva. Cittadini Stati Generali delle associazioni dei cittadini: empowerment e responsabilità. Equità di accesso e lotta alle liste di attesa. Terzo settore e organizzazioni della società civile Nuova riforma: volontariato ed associazionismo come risorse per il sistema sanitario nazionale.  Imprese Valorizzazione dei programmi sociali delle imprese e di compartecipazione ai risultati di salute. Nuovo rapporto pubblico - privato per concorrere a migliori risultati di salute e garantire sostenibilità al SSN.

 

Tag