You are hereReport evento formativo di Bari sulla celiachia.

Report evento formativo di Bari sulla celiachia.


By mruggeri - Posted on 11 aprile 2016

Pieno successo e folta partecipazione hanno fatto registrare l'evento "Attualità in tema di celiachia: diagnostica,clinica ed aspetti sociali" promosso e organizzato dalla Presidenza Regionale Antel Puglia nelle persone dei colleghi Salvatore Altamura, consigliere nazionale, Tommaso Moramarco ed Anna Pavone referente per la formazione e responsabile scientifico del corso ecm che ha ricevuto ben 9 crediti formativi.
I lavori del convegno che si è svolto nella prestigiosa Aula Magna "De Benedictis" del Policlinico Universitario di Bari sono stati aperti dal Prof. Francesco Giorgino delegato del Rettore il quale ha valorizzato il ruolo del TLSB nell'ambito del sistema Salute riconoscendo l'opportunità di estendere le proprie attività anche nell'ambito di altri settori (per esempio nell'agroalimentare); la Dott. Anna Pavone ha introdotto i lavori del  corso con una breve relazione scientifica; il vice Sindaco di Bari Vincenzo Brandi si è complimentato con gli organizzatori, confermando l'importanza della nostra associazione nell'ambito della formazione,auspicando una stretta collaborazione con L'ANTEL nell'organizzazione di eventi formativi; il Prof. Salvatore Scacco presidente del corso di laurea in TLSB  ha espresso l'impegno di organizzare un master professionalizzante nell'ambito della Celiachia, rimarcando l'opportunità di effettuare docenze da parte dei TLSB. La componente di politica istituzionale e sanitaria è stata introdotta e coordinata dal Vice-Presidente Nazionale Antel dott. Fabio Canini che ha dato la parola al  Deputato  Nuccio Altieri il quale ha rimarcato l'importanza delle professioni sanitarie nel nostro sistema salute, in particolare quelle ancora non ancora ordinate, a dimostrazione che la giornata di oggi e stata organizzata da associazione di professionisti con una vocazione e una struttura organizzativa collaudata ordinistica. Il Senatore Luigi  D'ambrosio Lettieri componente della XII^ Commissione permanente Igiene e Sanità del Senato nel ringraziare gli organizzatori locali e il Presidente Nazionale Fernando Capuano per il cortese invito ha ricordato l'azione legislativa che è stata realizzata per l'accesso agli alimenti senza glutine nel nostro paese soprattutto per gli studenti fuori sede (l'erogazione degli alimenti per celiaci anche nelle regioni di residenza per studio o temporanea) e l'applicazione rigida dei sistemi di etichettatura per i celiaci e la loro qualità che nel nostro Paese è elevata rispetto alle direttive della Unione Europea. Il peso della burocrazia per le autorizzazioni degli alimenti per celiaci dovrà ricevere un alleggerimento e  una semplificazione con la dematerializzazione della ricetta e la digitalizzazione della sanità. Sul tema dell'incidenza della celiachia che nelle donne risulta doppia rispetto al genere maschile il senatore D'Ambrosio ha invitato una delegazione Antel e una delegazione dell'Aic a partecipare il prossimo 27 aprile al Senato al Convegno sulla donna e celiachia. 
Rispetto al tema del giusto riconoscimento della struttura ordinistica per le professioni sanitarie regolamentate per legge ma non ancora ordinate il se, D'Ambrosio Lettieri ha ricordato la convergenza di tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione riguardo al DDL 1324 Lorenzin che sarà licenziato dalla Commissione Igiene e Sanità prima della pausa estiva per passare al vaglio dell'Assemblea del Senato per la prima conversione in legge.
Dal punto di vista scientifico durante il convengo è emerso che la celiachia è una malattia sistemica autoimmune indotta dall’ingestione di glutine per via alimentare, che si scatena in soggetti geneticamente predisposti, multifattoriale, ma  si preferisce chiamarla “condizione”, poiché dopo l’introduzione della dieta aglutinata, si ha remissione dei segni e dei sintomi.Presenta un quadro complesso dove spesso non è chiaro anche per gli esperti del settore come orientarsi.
Anche i percorsi diagnostici negli ultimi anni hanno subito notevoli modifiche, alla luce delle nuove rilevanze scientifiche.
L’iniziativa ha avuto l’obiettivo di divulgare  conoscenza delle novità della ricerca a tutti i professionisti del territorio .
L’evento ha visto coinvolti professionisti e studenti sanitari , che operano in ambito sanitario su aspetti clinici, diagnostici e sociali in tema di  celiachia, con l’obiettivo di aggiornare per garantire uniformità di diagnosi, trattamento e follow-ap della celiachia. 
L’interesse è stato spostato anche sull’orientamento alla scelta della dieta ”luci ed ombre” e diverse problematiche. Educazione per evitare le complicanze, privilegiando alimenti che naturalmente non contengono glutine, scegliendo quindi alimenti “giusti” in modo da prevenire malattie metaboliche.
Si è trattato di un’occasione di aggiornamento, scambio e confronto con gli esperti di rilievo che operano nel settore, commentando i percorsi diagnostici proposti dalle società scientifiche in modo da fornire una strada basata su pochi test diagnostici ma essenziali per evitare l’aumento del rischio di sviluppare gravi complicanze che hanno inesorabilmente ripercussioni sociali ed economiche.
 

Tag