You are hereBiomedical Laboratory Science Day 2015

Biomedical Laboratory Science Day 2015


By mruggeri - Posted on 20 aprile 2015

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin nel suo messaggio ha espresso “il mio pieno apprezzamento per l’iniziativa, rivolta a promuovere una sanità di qualità, con servizi ed assistenza qualificati. L’evento rappresenterà per tutti gli operatori della medicina di laboratorio un’importante occasione di incontro e aggiornamento sul tema della biosicurezza."

 

Anche quest’anno, come ogni anno, l’ANTeL- Associazione Italiana Tecnici sanitari di laboratorio biomedico, rappresentativa della professione del TSLB, ha celebrato il Biomedical Laboratory Science day a Firenze il 15 aprile nella splendida cornice della Sala Michelangelo dell’Hotel Albani. Questo che ormai e’ un appuntamento annuale della medicina di laboratorio, costituisce un momento di confronto tra diverse discipline e professioni attori e protagonisti del mondo del laboratorio biomedico del SSN..

Tema del Biomedical laboratory Science day e caro alla OMS , valido per il 2015 e per il 2016  è “patient safety first”. In Italia quest’anno, anche a seguito degli eventi collegati alla diffusione del virus Ebola, il tema è stato reinterpretato come “biosafety first”, a significare che non si tratta solo di un tema strettamente legato alla sicurezza degli operatori del settore, ma ad un problema di salute pubblica e quindi di rilevante impatto sia per i cittadini che per gli operatori del settore.

Sottotitolo e oggetto di studio della giornata è stato lo “studio dei microrganismi ad alta diffusibilità”. Numerosi esperti del settore e di grande livello nazionale e internazionale sono intervenuti. La giornata era suddivisa in quattro moduli: il primo dedicato all’inquadramento clinico ed epidemiologico della diffusibilità dei microorganismi e delle conseguenze e criticità nella cura e nella diagnosi di malattie spesso misconosciute semplicemente perché originate da microrganismi non noti nel mondo occidentale.

Il secondo modulo era invece dedicato alla risposta che il SSN è stato ed è in grado di dare di fronte all’emergenza sanitaria che colpisce i nostri territori; il terzo modulo è stato invece dedicato alla complessità della gestione delle risorse umane dedicate alle attività nelle quali il rischio di contagio e di infezione è particolarmente elevato.

Il quarto modulo ha invece trattato un aspetto che riguarda le attività dei laboratori biomedici mobili , che operano in condizioni particolarmente disagiate, in territori  spesso colpiti in modo devastante dalla diffusone di questi microrganismi.

All’evento sono intervenuti tra gli altri il Presidente di IFBLS Tom Stowe e la Past President Kyoko Komatsu che ha presentato il prossimo congresso IFBLS2016 del Giappone.

E’ stata anche l’occasione per annunciare che ANTeL ha vinto la candidatura per l’ospitalità del Congresso IFBLS per il 2018 e che il congresso internazionale per il 2018 si svolgerà quindi a Firenze.

IFBLS 2018 sarà una ulteriore occasione di confronto nell’ambito delle scienze biomediche di laboratorio.

Un ringraziamento particolare va ai relatori della giornata che hanno di buon grado accettato di venire a Firenze ad incontrarci, in particolare al Dr. G. Rezza dell’Istituto Superiore di Sanità, al Prof.G.M. Rossolini, al Prof. A. Bartoloni dell'Università di Firenze, al  Dr. Di Caro dello Spallanzani, al Dr E. Tortoli  l’ing.. N. Berti, al Dr Luca Nelli dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi, alle Dottoresse  M. Bin e M. Cordovana del CRREM, ai STen. A. Cortelazzo e A. Bonari del Corpo Militare della croce Rossa Italiana, al Dr. Manuel Monti di Simeu, il Prof. Colizzi di TorVergata, al Prof. G. Privitera dell’Università di Pisa, il Dr A. Silvestri Risk Manager dell’A.O. San Camillo, alla Dr.ssa Larini , al Dr Marra e la dr.ssa Brandi dell’Azienda Ospedaliero Universitari di Careggi.

L’evento ha ricevuto le adesione della Presidenza della Repubblica, del Presidente del Senato della Repubblica dott. Pietro Grasso, ed è stato inoltre patrocinato dal Comune di Firenze e dal Ministro della Salute, on.le Beatrice Lorenzin che ha inviato un messaggio istituzionale ai convenuti.

Da registrare i patrocini e il sostegno delle società scientifiche AMCLI e TELESA, del Coreps, e della fondazione Progenies.

Sono intervenuti l’assessore al “Welfare e Sanità, Accoglienza e integrazione, Pari opportunità, Casa” del Comune di Firenze, dott.ssa Sara Funaro e il Dr. V. Giovannini Direttore Generale “Diritti di Cittadinanza e coesione sociale”, assessorato alla salute della Regione Toscana.

Il Presidente Nazionale dell’Antel, Fernando Capuano, nel ringraziare tutto lo staff delle attività internazionali della Confederazione guidato da Alba Marzo, ha ricordato che l’innovazione tecnologica e digitale, l’ICT, la formazione continua di tutti gli attori della medicina di laboratorio hanno reso possibile la realizzazione di metodiche diagnostiche veloci, affidabili e sostenibili nel campo dell’isolamento e individuazione dei microorganismi ad elevata diffusione.

 Link articolo QS: Medicina di laboratorio. Il patient safety first al centro del Biomedical laboratory Science day a Firenze - Quotidiano Sanità

Tag