You are hereNota alla Sentenza TAR Sardegna del 15/06/2011

Nota alla Sentenza TAR Sardegna del 15/06/2011


By dt_root - Posted on 21 giugno 2011

La battaglia legale continua senza indecisioni

L’ANTEL, confederata con ASSIATEL e AITIC, porta avanti la propria intensa attività di tutela giuridica e giudiziaria della Professione e della categoria dei Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico, con iniziative legali e i veri e propri contenziosi in ambiti di vitale importanza per tutti i colleghi.

In tale contesto, si segnala che l’ANTEL, dopo avere proposto un ricorso straordinario davanti al Capo dello Stato contro l’Azienda Ospedaliera “Brotzu” di Cagliari per contestare la scelta operata dall’Amministrazione di far partecipare a un concorso pubblico per titoli ed esami per n. 4 posti Collaboratore Professionale - Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico, cat. D, candidati sprovvisti del titolo abilitante all’esercizio della professione di Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico (essendo gli stessi in possesso del solo, differente ed inutilizzabile, titolo della Laurea in Biologia ovvero di titolo conseguito in difformità rispetto alle previsioni e ai termini di cui al D.M. 27.7.2000), ha, poi, prodotto presso il T.A.R. per la Sardegna l’atto per la prosecuzione del contenzioso, giacché l’Azienda Ospedaliera suddetta aveva scelto di far trasporre il procedimento nella sede del Tribunale Amministrativo Regionale territorialmente competente. Vi è stata, in data 15.6.2011, una prima sentenza sfavorevole del predetto T.A.R. Sardegna, n. 557/2011, il cui contenuto non può assolutamente essere condiviso perché si basa unicamente sul risalente e ormai desueto concetto della “assorbenza” del titolo di biologo rispetto a quello di TSLB. Perciò, il contenzioso sarà quanto più speditamente proseguito dall’ANTEL davanti al Consiglio di Stato in sede di appello.

Si tratta di uno snodo importante per la Professione, in quanto ne va dei principi di autonomia e di dignità della Professione di Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico, che sono stati consacrati, tra l’altro, dalle Leggi n. 42/1999 e n. 251/2000, oltre che dal profilo professionale di cui al D.M. 745/1994.

Se una riflessione amara può essere fatta sul punto, quella contestabile e contestata concezione del biologo come provvisto di titolo “assorbente” si è formata - alcuni anni fa - quando la nostra rappresentanza non aveva la diffusione, la coesione, la forza e la pluralità che costituiscono il fondamento della condotta perseguita oggi dalla Confederazione ANTEL-ASSIATEL-AITIC.

Restiamo saldi.

Con i saluti più cordiali.

 

Fernando Capuano - Presidente ANTEL

Confederazione ANTEL-ASSIATEL-AITIC

Sentenza TAR Sardegna

 

AllegatoDimensione
NotaSentenzaTAR.pdf7.33 KB
Tag